Lavanda - Olio essenziale

L’Olio essenziale di Lavandula Hybrida

Oggi parliamo dell’olio essenziale di Lavanda (Lavandula hybrida). Ottenuto per distillazione delle spighe e degli steli, l’olio essenziale di Lavanda ha proprietà analgesiche, cardiotoniche, antisettiche e balsamiche.

Per queste ragioni, può essere utilizzato per la tosse e la bronchite, per le allergie, per i dolori articolari e muscolari. Inoltre, trova un grande utilizzo nella cura della pelle: previene e calma le scottature, disinfetta le ferite, promuove la cicatrizzazione, combatte la seborrea e agisce sulle punture degli insetti e sulle micosi.

Inoltre, l’olio essenziale di Lavanda può essere inalato per combattere le vertigini e in caso di svenimenti. Combatte asma e mal di viaggio, e stimola la produzione di globuli bianchi.

Può essere utilizzato come disinfettante urogenitale (sia per gli uomini che per le donne), contro la sciatica e i dolori lombari, per combattere la tensione muscolare e, utilizzandolo puro, per rendere meno visibili le cicatrici.

Se utilizzato nella lampada, l’olio essenziale di Lavanda purifica l’aria, ha un effetto equilibrante e aiuta a combattere lo stress.

In cosmetica, viene utilizzato in oli e creme per il corpo per tonificare la pelle e idratarla in profondità.

L’olio essenziale di Lavanda, per concludere, allontana le tarme ed è ottimo per le superfici domestiche. Per profumare e disinfettare la biancheria, è possibile aggiungerlo all’acqua dell’ultimo risciacquo della lavatrice.

Avvertenze e controindicazioni

L’olio essenziale di Lavandula hybrida non è tossico, non è irritante e non è sensibilizzante. È un olio estremamente sicuro che si può impiegare anche puro. Assumere con cautela se si utilizzano preparati a base di ferro e iodio.


Fonte: “Manuale di Aromaterapia” – Luca Fortuna

Autore

[email protected]

Cosmesi BIO - Shop online di cosmetici naturali e biologici.

Post correlati

Invia recensione

Nome visualizzato

Email

Titolo

Messaggio